Smith sisters murdered anonymously (leggenda metropolitana…)

E ‘una leggenda metropolitana su un ragazzo di nome John Smith, che era molto affezionata e-mail inquietanti e popup.

Ogni giorno, riceveva post da tutti quelli che conosceva. Ha anche iniziato a farne alcune da sé e inviarle agli estranei. Amava spaventare la gente sulla rete.

Giovanni viveva in Plainfield, nel Wisconsin. Un giorno, nel novembre 2007, ha trovato un messaggio che sembrava essere stato inviato da due giovani ragazze. Si chiamavano la "Smith Sisters" e gli disse che erano le sue sorelle maggiori, che lo confuse perché era figlio unico. Hanno detto che anni fa, avevano vissuto in casa sua.

Ha risposto, dicendo che non ha avuto alcun sorelle e disse loro di lasciarlo in pace. Il giorno successivo, ha ricevuto un messaggio raggelante con alcune foto allegate. La prima foto era di due giovani ragazze.

La didascalia diceva su di esso Sorelle Smith assassino anonimo.

Le ragazze hanno dichiarato nella email che erano in realtà le sue sorelle maggiori. Gli hanno detto che nel 1993 avevano vissuto in casa sua. La sua camera da letto una volta era stata la LORO camera da letto. Gli hanno detto tutto di come sono cresciute e sulla loro vita felice e di come erano state fino a quando una notte orribile.

Ha aperto l’altro allegato. E ‘stata una scansione di un vecchio articolo di giornale.

"Nel 1993, due sorelle furono brutalmente uccise nella piccola città di Plainfield, nel Wisconsin. Lisa Smith, aveva 19 anni e sua sorella Sarah Smith ne aveva15… Sono state aggredite in casa con i genitori la notte del 17 novembre, intorno all’1:30. Le sorelle Smith erano a letto, quando un killer folle irruzione nella casa. Nessuno le sentì urlare. In mattinata, i loro genitori hanno trovato i cadaveri delle sorelle Smith, nascosti dentro l’armadio della camera da letto. Erano state scuoiate vive. L’assassino era da tempo abbandonato e nessuna traccia di lui è stato trovato. Erano state uccise in modo anonimo. La polizia ha condotto una vasta indagine, ma senza alcun risultato. Le motivazioni per l’attacco non sono mai state scoperti, né è stato mai trovato l’aggressore. Il caso è stato chiuso nel mese di ottobre del 2000. "

Nel resto della mail, le sorelle ha detto che erano arrabbiati perchè il caso era stato chiuso e la gente se ne dimenticò.

Erano arrabbiate anche perchè i loro genitori volevano dimenticare anche loro.

Erano arrabbiate perchè i loro genitori hanno deciso di ricominciare da capo e hanno avuto un nuovo bambino. John.

Erano arrabbiate perchè i loro genitori non avevano mai menzionato delle loro figlie o del loro tragico omicidio al loro figlio John.

John Smith, ha inviato una risposta arrabbiato dicendo che non credeva a quello che dicevano. Non credeva alle Suore Smith erano in realtà legati a lui e lui non credeva che l’articolo del giornale era reale. Egli disse loro di andare all’inferno.

Cinque minuti dopo, ha ottenuto un’altra e-mail da loro. Ha detto "Se non ci credi, dai un’occhiata in camera da letto, nell’armadio".

Questo è stato l’e-mail ultima che è stato trovato sul computer di John. La polizia è stata in grado di rintracciare chi aveva mandato i messaggi a lui.

Sul pavimento della stanza, la polizia ha trovato un messaggio debole, scolpita nel legno. "Lisa e Sarah – 1993".

e sotto

"Giovanni 2007".

Nessuno sa quello che John ha fatto dopo, ma la mattina, i genitori di John si sono svegliati per trovare il loro figlio scomparso. Poi hanno controllato la sua stanza da letto e vi hanno trovato il cadavere del loro figlio. Era stato scorticato vivo.

Nessuno sa cosa è realmente accaduto quella notte. La polizia è stata solo in grado di mettere insieme le parti della storia sulla base di ciò che trovarono sul computer di John.

I genitori erano devastati. In primo luogo le loro figlie sono state assassinate. Ed ora anni dopo il loro figlio viene ucciso.

Sembrava troppo strano per essere solo una coincidenza. Due sorelle vengono uccise e poi anni dopo, il fratello viene ucciso esattamente nello stesso modo, esattamente nello stesso posto.

 

Ma ora, ecco la leggenda…

Una ragazza incontra un ragazzo su messenger.
Crazy1 86: hey baby!!!
HotAndSpicy: uhm…chi sei??
Crazy1 86: il tuo ammiratore segreto!!!!!
HotAndSpicy: oh davvero?! Dai smettila di dire bugie! Chi sei???
Crazy1 86: Ti amo dalla prima volta che ti ho guardata negli occhi…
Crazy1 86: Ti penso ogni giorno…sei il mio sogno divenuto realtà…
Crazy1 86: Ci siamo incontrati una volta..ma mi sa che non ti ricordi di me…
Crazy1 86: Mi sono tagliato i polsi perché il dolore porta via i sentimenti che provo…
Crazy1 86: Mi vedrai a qualche ora stanotte…
HotAndSpicy: MA CHI CAZZO SEI????
Crazy1 86:Non preoccuparti…mi prenderò cura di te
Crazy1 86 si è sconnesso.

La ragazza era così spaventata che chiuse a chiave tutte le finestre e le porte. Controllò bene che la sua stanza fosse sicura. Non era certa se fosse uno scherzo o se era tutto vero. Non sapeva se e quando sarebbe venuto. La ragazza era così spaventata che decise di dormire con la sua sorellina più piccola. Si assopì velocemente.
Poi sentì bussare alla finestra. La ragazza si avvicinò lentamente alla finestra. Aveva iniziato a bussare più forte. Guardò fuori dalla finestra ma non vide niente…solo i rami degli alberi. Si coricò di nuovo con la sorella. Il letto era bagnato ed emanava un odore leggermente fetido. Forse la sorellina se l’era fatta addosso… controllò e vide che c’era sangue dappertutto. Fu colta dal panico. Non sapeva cosa fare. Corse e si nascose nell’armadio nel caso in cui il killer fosse stato lì per lei. Mentre guardava attraverso la fessura dell’armadio,vide un’ombra. Era buio cosicché non potè capire chi fosse. Era sempre più spaventata. L’ombra strisciò sempre più vicino all’armadio…sempre più vicino…la ragazza chiuse gli occhi sperando che fosse tutto solo un brutto incubo. Quando improvvisamente la porta si aprì e qualcuno la trascinò fuori.
I genitori la ritrovarono morta il mattino dopo. Era completamente scorticata e penzolava nell’armadio della sorella. Anche la sorella minore fu ritrovata scorticata e morta.

Due anni dopo la morte delle sorelle Smith, i genitori ebbero un bambino. La camera della ragazza divenne la stanza degli ospiti e la camera della sorella dove erano avvenuti gli omicidi divenne la stanza del bambino. Il bimbo crebbe e divenne un ragazzo molto stimato e apprezzato..
Una notte era al computer e ricevette un messaggio istantaneo
HotAndSpicy: hey fratellino!!!
2seXay4u: chi cavolo sei?
HotAndSpicy: sono tua sorella.
2seXay4u: non ho mai avuto una sorella. Sono figlio unico.
2seXay4u: è qualche scherzo strano eh?
HotAndSpicy: mamma e papà non te l’hanno mai detto?
HotAndSpicy: sono morta 15 anni fa con l’altra tua sorella.
HotAndSpicy: siamo state uccise nella tua stanza,che un tempo era la cameretta dell’altra tua sorella. Fu uccisa nel suo letto mentre io dormivo. Io sono stata scorticata e uccisa nell’armadio.
2seXay4u: smettila di sparare cazzate. Non ho mai avuto una sorella. Se l’avessi avuta i miei genitori me l’avrebbero detto. Vabbè. Sei stupida.
HotAndSpicy: non mi credi? Bene, se vuoi guarda nel fondo dell’armadio.
HotAndSpicy: ho inciso il mio nome, l’ora e la data in cui fui uccisa. Poi ho inciso il nome di mia sorella.
HotAndSpicy: se non mi credi fratellino controlla su Internet. Google su “Smith sisters murdered anonymously”
HotAndSpicy: devo andare fratellino. Ti voglio bene. Anche a papà e mamma. Ma non posso credere che non ti abbiano detto niente di noi. Dovrebbero bruciare all’inferno.
HotAndSpicy si è sconnesso.
Il ragazzo controllò il fondo dell’armadio. Vide le incisioni. Ma allora…era tutto vero? Andò su internet ed effettivamente c’erano le informazioni sugli omicidi misteriosi di quella casa.
Il mattino dopo il ragazzo scese le scale. Era tutto così silenzioso in casa.
Forse i genitori stavano ancora dormendo. Ore dopo il ragazzo trovò i suoi genitori nell’armadio, scorticati e impiccati. Poi trovò delle nuove incisioni nel legno.
Dicevano: “TI AVEVO DETTO CHE NON STAVO MENTENDO,FRATELLINO. AMAVO PAPA’ E MAMMA…. MA MI HANNO TENUTA IN SEGRETO. NON CI POSSO ANCORA CREDERE. BEH…SONO LIBERA DA QUESTO MONDO FREDDO, NON TI FARO’ DEL MALE COME L’HO FATTO A LORO.

TI VOGLIO BENE”

-LISA SMITH-

Questa è una catena della morte. Se non condividi entro un’ora sarai ucciso stanotte. (davvero!)
Ti uccideranno!
NON MI CREDI? CONTROLLA SU GOOGLE…

This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

3 Responses to Smith sisters murdered anonymously (leggenda metropolitana…)

  1. Jumbieeeeeeeeeee says:

    la conoscevo già

  2. LӨUIS says:

    Idem,però spaventa ogni volta che la si legge brrrrrr….io cmq chiudo tt le finestre,nn si sà mai

  3. Elisa says:

    ihihihihihi ieri sera l\’ho fatto pure io!!!!!ihihihi

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s